La nuova Alfa Romeo Tonale durante il test

Tonale Hybrid, il test della prima Alfa Romeo elettrificata. Nuovo motore 1.5 a 48V da130 o 160 cv in attesa della plug-in Q4 da 275 cv

di Piero Bianco
  • condividi l'articolo

COMO - Eccola su strada la prima Alfa Romeo elettrificata, che è anche il primo Suv compatto nella storia del Biscione. L'hanno definita "metamorfosi" per enfatizzare la rivoluzione sostanziale che propone, e in effetti Tonale è qualcosa di molto diverso dal passato: niente paragoni con Giulia e Stelvio. E' diversa la filosofia, non solo la piattaforma e il segmento. Pur conservando reazioni tipicamente sportive, da vera Alfa, Tonale fa della sua formula ibrida un inedito punto di forza. "Grazie all'elettrico abbiamo reinventato la sportività", spiega il capo del brand, Jean-Philippe Imparato.

Non a caso il primo test, sulle strade che incorniciano il lago di Como, parte dal Tempio dedicato ad Alessandro Volta, lo scienziato che inventò la pila, primo generatore di elettricità dinamica e propulsore della moderna tecnologia. Una pietra miliare, dicono i manager Alfa Romeo, proprio come Tonale che oggi parte alla sfida dei mercati con un patrimonio hi-tech senza precedenti per il brand, e con motori votati alla sostenibilità.

La versione del test è in assoluto la più interessante in gamma. Prevede il debutto del nuovo motore 48V Hybrid VGT (turbo a geometria variabile) da 160 Cv e 240 Nm. Il propulsore 4 cilindri 1.5 a benzina è abbinato alla trasmissione automatica a doppia frizione sette rapporti Tct con un motore elettrico a 48 volt da 15 kW e 55 Nm integrato nel cambio. Questo nuovo brevetto, esclusiva del Biscione, è un'evoluzione del sistema mild hybrid perché fornisce motricità alle ruote anche quando il propulsore termico è spento. Tonale parte dunque in elettrico e per brevi tratti, come negli stop&go, nelle manovre di parcheggio o in fase di veleggiamento, offre un’autentica esperienza elettrificata. L’e-Boosting incrementa inoltre la coppia alle ruote con il motore elettrico che supporta il propulsore a benzina. L'Intelligent Brake System ottimizza il recupero dell’energia cinetica in decelerazione e frenata. Anche le prestazioni sono di rilievo: 0-100 km/h in 8,8", velocità massima di 210 km/h. Consumo medio indicato 6,3 litri per 100 km con 144 g/km di CO2 emessi. In alternativa è disponibile la versione Hybrid 48V da 130 Cv e 240 Nm, mentre a ottobre arriverà la variante Hybrid plug-in Q4, a trazione integrale elettrica, con potenza di sistema di 275 Cv ricavata dall'abbinamento del motore benzina 1.3 multijet (180 Cv) con l'elettrico da 90 kW e con una batteria al litio da 155 kWh. Questa soluzione promette un'autonomia in puro elettrico di 60 km. Per chi non può ancora rinunciare al Diesel, c'è una versione con propulsore 1.6 da 130 Cv e 320 Nm.

Ma è certo la Tonale 1.5 Hybrid 48V da 160 Cv a calamitare l'attenzione. L'elettrificazione si avverte, ma non è mai invasiva e la guida risulta sempre divertente. Si fanno apprezzare una perfetta distribuzione dei pesi e uno sterzo molto reattivo e diretto. Le dimensioni (4,53 metri di lunghezza, 1,84 di larghezza e 1,60 di altezza) rendono agile il nuovo Suv dell'Alfa che offre l'opzione delle palette in alluminio al volante per godersi le cambiate "in manuale", anche se l'automatico è di serie su tutte le versioni. Impeccabile l'efficienza dell'impianto frenante con pinze Brembo a 4 pistoncini e dischi anteriori autoventilati. La trazione anteriore è controllata dal Dynamic Torque Vectoring che prevede sospensioni con ammortizzatori "selettivi" o in alternativa sospensioni attive “dual stage valve" per la Veloce, con smorzamento a controllo elettronico. Ogni dettaglio è stato curato in modo maniacale nella fabbrica di Pomigliano, dove Tonale nasce (240 vetture al giorno) per ottenere il top della qualità. Nelle curve più impegnative si apprezza l'handling eccellente della vettura. Il comportamento dinamico si seleziona attraverso il Dna, il Drive Model Select a rotore (in posizione molto comoda) per impostare le funzioni Advanced Efficiency (solo percorsi in elettrico o propulsione ibrida), Natural (miglior rapporto bilanciato) e Dynamic. Quest'ultima modalità esalta la sportività della Tonale, agendo sui sistemi di controllo di cambio e acceleratore, sterzo elettrico e sospensioni.

Su strada la nuova Alfa si fa notare soprattutto per la personalità del frontale con i proiettori a sinusoide (3+3 ai lati del classico trilobo) anche full-Led e a richiesta Adaptive Matrix per eliminare in autonomia l'abbagliamento dei veicoli che si incrociano.

Gli interni sono tecnologici e molto confortevoli, con materiali ecosostenibili e inserti hi-tech, davanti si sta seduti in poltrona ma lo spazio è sufficiente anche nei sedili dietro nonostante la linea di carrozzeria degradante al posteriore limiti un po' la visibilità in manovra: preziosa la telecamera per eliminare problemi. Il bagagliaio spazia da 500 a 1.550 litri. Tonale è totalmente connessa e sfoggia un software specifico sviluppato da Alfa Romeo per gestire l'infotainment. Amazon Alexa è integrata nel sistema e tramite comandi vocali si può "ordinare" qualsiasi funzione: con l'app MyAlfa si possono perfino ricevere aggiornamenti continui sullo stato del veicolo, anche da casa. Il sistema operativo Android è personalizzabile e la connettività 4G consente aggiornamenti "over the air" in tempo reale, compresa la navigazione dinamica TomTom. Lo schermo digitale del cluster di fronte al volante (12,3 pollici) ha 12 modalità configurabili, il touchscreen centrale multitasking (10,25") permette di accedere in modo intuitivo a tutte le funzioni. Sul nuovo Suv esordisce anche la tecnologia NFT (Non-Fungible-Token) basata sul concetto di “blockchain card” che registra tutte le principali informazioni sulla vettura. Tonale offre inoltre il portellone posteriore elettrico e il pad di ricarica wireless, davanti alla leva del cambio, per lo smartphone. Tra gli optionals proposti da Mopar, spiccano la lampada UV-C per l’igienizzazione degli interni e il purificatore d’aria per l'abitacolo.

Alfa Romeo Tonale è già ordinabile nella versione di lancio "Edizione Speciale" (la più ricca, a 39mila euro) e da giugno sarà in tutte le concessionarie italiane, per sbarcare entro l'anno nei principali mercati mondiali, Asia e America comprese. La gamma prevede quattro allestimenti – Super, Sprint, Ti e Veloce – ciascuno con una propria caratterizzazione. Il listino della versione Hybrid 130 Cv varia da 35.500 (Super) a 38.000 (Sprint), quelli della versione da 160 Cv vanno dai 42.300 della Ti ai 44.800 della Veloce.

Sul fronte sicurezza, troviamo tutti i sistemi Adas per la guida autonoma di livello 2, che permettono di gestire in autonomia accelerazione, frenata e mantenimento corsia combinando i sistemi “Intelligent Adaptive Cruise Control” e “Lane Centering” con la telecamera frontale, che monitora longitudinalmente e lateralmente i dintorni della vettura. Il Semi Automatic Parking indica lo spazio disponibile per il parcheggio ed effettua da solo la manovra di entrata ed uscita.

  • condividi l'articolo
Giovedì 5 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento: 20-06-2022 20:52 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti