Mini Countryman

Effetto Brexit: Mini Countryman, prossima generazione sarà “Made in Germany”. Dal 2023 prodotta a Lipsia

  • condividi l'articolo

MONACO - Dopo essere stata prodotta in Gran Bretagna, Austria, Olanda oltre che in Cina e India per 19 anni, cioè da quando questa icona assoluta della storia dell'automobile è rinata sotto l'egida di Bmw, nel 2023 sarà lo stabilimento del Gruppo a Lipsia ad ospitare la prima Mini 'made in Germany'. Bmw Group ha, infatti, deciso che la produzione del successore dell'attuale Mini Countryman sarà affidata all'impianto in Sassonia, che diventerà il primo stabilimento tedesco del Gruppo a produrre contemporaneamente sia veicoli Bmw sia Mini. Questa futura crossover Mini sarà disponibile sia con motore a combustione sia elettrico, e per questa ragione lo stabilimento di Lipsia beneficerà di un piano di investimenti che servirà ad un'adeguata espansione della capacità della produzione e dell'assemblaggio di componenti per e-drive.

Il riallineamento della gamma prodotti Mini vedrà il marchio affermare il suo impegno nel campo della mobilità elettrica e nel segmento crossover, attualmente in espansione in tutto il mondo. L'erede della popolare Mini Countryman sarà disponibile nelle due varianti a trazione anteriore o integrale, e con motori benzina o diesel - altamente efficienti - oppure nella variante con propulsione totalmente elettrica. Lo stabilimento Bmw di Lipsia lavvierà la produzione della prossima generazione di Crossover per il segmento delle compatte premium nel 2023.

''Negli ultimi anni abbiamo lavorato ininterrottamente per condurre il nostro stabilimento verso un futuro di successo - ha detto Hans-Peter Kemser, direttore dello stabilimento di Bmw Group di Lipsia - e questo contratto per la produzione del successore della Mini Countryman ci offre un altro importante obiettivo da raggiungere. È una chiara prova della fiducia dell'azienda nelle nostre competenze ed è una fantastica notizia per il futuro del nostro impianto''. Dall'apertura nel 2005, lo stabilimento di Lipsia ha costantemente aumentato la propria capacità produttiva. L'ultimo piano di investimenti - che è stato completato - ha riguardato ampliamenti e aggiornamenti agli impianti e alle linee di verniciatura, al montaggio e alla logistica, per un totale di circa 300 milioni di euro. Con una capacità produttiva di oltre 350.000 unità all'anno, lo stabilimento Bmw Lipsia ha tutti i requisiti per espandere la propria gamma prodotti ed includere il futuro modello di Mini.

  • condividi l'articolo
Sabato 21 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento: 16:29 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti