da sinistra Sergio Solero, presidente e ad di Bmw Group Italia,Danilo Zucchetti  managing director di Villa d'Este e Ulrich Knieps, responsabile di Bmw Classic

Concorso d'Eleganza di Villa d'Este, l'edizione 2019 sarà ancora più esclusiva

di Giampiero Bottino
  • condividi l'articolo

MILANO - Come ogni anno, il raffinato (e dovizioso) mondo del collezionismo automobilistico si dà appuntamento – nell'ultimo week end di maggio – sulle rive del lago di Como, dove è in programma il Concorso d'Eleganza di Villa d'Este, nella dorata cornice dell'omonimo Grand Hotel cha ha tenuto a battesimo la manifestazione nell'ormai lontano 1929, un paio di mesi dopo che dalla fabbrica di Monaco era uscita la 3/15 Dixi, la piccola vettura che segnò l'inizio dell'avventura Bmw come produttore di automobili.

Proprio la contemporaneità dei due novantesimi attribuisce all'edizione 2019 un significato particolare, visto che esattamente da vent'anni (altra ricorrenza significativa) la Bmw organizza – in collaborazione con la lussuosa struttura alberghiera attiva dal 1873, come ha ricordato il managing director di Villa d'Este Danilo Zucchetti – l'evento riportato agli antichi splendori dopo lunghi anni di appannamento.

L'appuntamento con il doppio compleanno, presentato a Milano nella prestigiosa sede del Teatro alla Scala, meritava un'attenzione particolare che Ulrich Knieps, responsabile di Bmw Classic, ha sintentizzato con il nutrito elenco di novità in programma, a cominciare dalla foggia stessa dei premi, a cominciare dal più importante, il Trofeo Bmw Group destinato a incoronare la vettura «Best of show», realizzati con uno stile moderno e «tecnologico» dalla divisione Designworks del Gruppo bavarese.

Inedita è anche la parata intitolata «Villa d'Este Prelude Tour» e organizzata giovedì 23 maggio per iniziativa di Pirelli, al debutto come sponsor: una sfilata di tutte le vetture selezionate dalla giuria internazionale lungo le strade che percorrono alcuni degli angoli più suggestivi del Lago di Como. Originale è il tema ispiratore dell'edizione di quest'anno, intitolata «La sinfonia dei motori» e ispirata al mondo della musica, al quale per gli appassionati appartiene il rombo dei motori dei capolavori di meccanica e stile che si contendono la vittoria.

Alle sette note e alle relative mode sono esplicitamente ispirate anche alcune delle 9 classi in cui sono state suddivise le 50 concorrenti, da «Nell'era del rock 'n' roll» ai «Ruggenti anni 60», per non dimenticare «Baby, puoi guidare la mia auto» che comprende vetture appartenute ad alcuni divi della musica come l'Aston Martin V8 Vantage del 1985 di Elton John, mentre la mitica Bmw 507 di Elvis Presley, ritrovata dopo una lunga «sparizione» e perfettamente restaurata, può essere ammirata fuori concorso.

Le auto e le moto (presenti per la nona volta) non sono solo preziosi oggetti da collezione da scoprire il sabato nel parco di Villa D'Este e il giorno successivo nella vicina Villa Erba, ma sono anche testimonianze della cultura delle rispettive epoche. Perché «la cultura rappresenta un elemento centrale della strategia di comunicazione Bmw, a livello sia globale sia nazionale» ha detto il presidente e ad di Bmw Group Italia Sergio Solero, ricordando al proposito la collaborazione con La Scala avviata nel 2002 e rafforzata nel 2014 con l'evoluzione da semplice sponsor a Socio fondatore e sostenitore dell'ente lirico milanese e anticipando che dal 1° luglio, nell'Urban store Bmw di via De Amicis a Milano, sarà esposta la celebre Art car del marchio decorata da Andy Warhol.

Se le protagoniste del Concorso sono i modelli d'epoca a due e quattro ruote (l'auto più agée è la Rolls Royce 40/50 HP Siver Ghost del 1914 di un collezionista Usa, mentre la palma dell'anzianità spetta a una moto, la Holcroft del 1901), non mancano però le proposte e i sogni orientati al futuro con due classi riservate alle concept car: quelle di ieri e quelle di oggi tra le quali, ma fuori concorso, Bmw ha annunciato l'anteprima assoluta di due prodotti ancora top secret, destinati a essere svelati solo nell'incomparabile scenario di Villa d'Este.
 

  • condividi l'articolo
Giovedì 16 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento: 11:41 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti