La Moto Guzzi V85TT

Moto Guzzi V85TT, in sella su strada ed in off-road alla prima classic enduro italiana

di Antonino Pane
  • condividi l'articolo
DUERUOTE

IS MOLAS - Sorprendente. Divertente. Emozionante. Questi i commenti più gettonati tra colleghi, alla fine di una giornata di prove su strada. La V85TT di Moto Guzzi sorprende, diverte ed emoziona. Ma non basta. C’è un altro aspetto di questa tutto terreno che vale la pena sottolineare, la capacità di mettere il pilota a proprio agio subito. Pronti, via, e già la senti tua. La docilità del cambio, una coppia potente che ti assiste senza strappi, una posizione di guida dominante sono tutti elementi che concorrono al feeling immediato. E così sulle strade della costa Sud della Sardegna la V85TT ha dimostrato tutte le sue qualità. Ha messo in mostra tutti i punti su cui i tecnici di Mandello del Lario hanno lavorato molto. Innanzitutto la leggerezza. La V85TT è una moto essenziale ma che ha tutto. Ricordate le enduro degli anni ‘80? Bene il riferimento è stato quello e il risultato è stato centrato in pieno. Dalla leggerezza derivano, poi, praticità e facilità di guida. E anche quel feeling immediato di cui parlavamo prima. Visti gli spazi generosi e l’irrinunciabile voglia di mettere in primo piano il “marchio” di fabbrica di Moto Guzzi, il motore a V, il bicilindrico trasversale raffreddato ad aria, è evidente che si è lavorato molto sui materiali e sulle limature. Non è certamente un caso, infatti, se i tecnici del Gruppo Piaggio parlano di motore completamente nuovo. Dove ogni componente è stato rivisto avendo ben presente l’obiettivo del peso. E così sono arrivate le valvole al titanio, il basamento frutto di un nuovo disegno, un doppio carter che favorisce la circolazione forzata dell’olio e tutto il resto per risparmiare grammo dopo grammo. E lo stesso lavoro ha coinvolto le linee. Il generoso serbatoio in cui entra carburante per più di 400 chilometri, è stato rastremato nella parte basse per far emergere con tutta la loro storia, le mitiche teste di Moto Guzzi. La cilindrata è di 853 centimetri cubici e grazie alla totale nuova progettazione e all’utilizzo di materiali di solito destinati alle moto da competizione, come, appunto, il titanio, il nuovo otto e mezzo è in grado di esprimere 80 cavalli di potenza massima, a fronte di un  valore di coppia massima che è di 80 Nm a 5.000 giri/minuti. Ma alla guida quello che ti sorprende di più  è che la gran parte della coppia è già disponibile poco dopo i 3.000 giri/minuto. 
 

 

Insomma una moto che va. Che la puoi usare ogni giorno in città, che puoi affrontare anche sterrato impegnativi, che ti invoglia ad affrontare percorsi lunghi grazie ad una posizione di guida naturale e rilassata per pilota e passeggero. 

E per accompagnare tutto questo i tecnici di Roberto Colaninno hanno puntato sull’innovazione senza perdere di vista che la V85TT si posizione in un segmento, quelle delle medie enduro, già presidiato da altri marchi importanti. E allora lo schema guida è stato quello di dare tutto senza strafare per mantenere anche il prezzo competitivo sul mercato. 

Il cambio ad innesti frontali si presenta fluido e preciso. Inoltre per la prima volta Moto Guzzi monta un tipo di sincronizzazione che permette di ridurre al minimo il rumore negli innesti ed il gioco della trasmissione, soprattutto della prima marcia. 

Il resto lo fa l’elettronica. Per la V85TT Moto Guzzi ha  voluto una dotazione elettronica di serie completa ma, anche qui, senza inutili sovraccarichi tecnologici. Ci sino tre differenti modalità di guida: Strada, Pioggia e Off-road. Si selezionano in maniera semplicissima anche in movimento premendo il tasto Mode sotto il pollice destro.  A ognuno di questi Riding Mode corrisponde una differente mappa del motore e una differente taratura del controllo di trazione MGCT (escludibile) e dell’Abs, oltre a una diversa risposta del comando dell’acceleratore Ride-by-Wire. Tutti i parametri di viaggio possono essere tenuti sotto controllo attraverso la strumentazione digitale dotata di display TFT, con sfondo e colore dei caratteri che si adattano alle differenti condizioni di luce, tramite un sensore integrato. Accanto al display si trova una porta Usb mentre la predisposizione per una seconda porta è prevista sotto la sella. Il gruppo ottico anteriore full led, oltre alle funzioni di anabbagliante e abbagliante, integra una serie di luci diurne che, riprendendone le forme, proietta il logo dell’Aquila Moto Guzzi. Moto Guzzi V85 TT viene proposta in due varianti grafiche: tre colorazioni più cittadine Grigio Atacama, Blu Atlante e Rosso Vulcano che vengono proposte con pneumatici Metzeler Tourance Next. Due colorazioni più evocative, Giallo Sahara e Rosso Kalahari, abbinate alla splendida verniciatura rossa del telaio e a parasteli della forcella in tinta col serbatoio. Entrambe calzano il nuovo pneumatico Michelin Anakee Adventure capace di garantire maggiore aderenza in off-road.

I prezzi. La versione monocromatica costa 11.590 euro. Quella bicolore 11.740. Per gli accessori c’è di tutto. Basta capire l’uso cui è destinata la moto. 
 

  • condividi l'articolo
Domenica 10 Marzo 2019 - Ultimo aggiornamento: 11-03-2019 11:18 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti