Patente di guida, stop a chi soffre di apnee notturne e patologie neurologiche

ROMA - Per chi soffre di disturbi del sonno causati da apnee ostruttive notturne niente più patente di guida. Lo prevede un decreto del ministero dell'infrastrutture e dei trasporti del 22 dicembre 2015, pubblicato in Gazzetta ufficiale, in recepimento di una direttiva comunitaria sulle patenti di guida.
In particolare, il provvedimento prevede che "la patente non deve essere nè rilasciata nè rinnovata a candidati o conducenti affetti da disturbo del sonno causati da apnee ostruttive notturne che determinano una grave ed incoercibile sonnolenza diurna, con accentuata riduzione delle capacità dell'attenzione".

Stesse restrizioni anche per chi soffre di gravi affezioni neurologiche.
Il decreto del Ministero dei Trasporti - oltre ai possibili colpi di sonno da apnee notturne - aggiunge le malattie neurologiche alla serie di patologie che possono inibire il rilascio o anche il rinnovo della patente di guida. In questo senso il provvedimento modifica il decreto legislativo 59 del 2011, aggiungendo un paragrafo - l'H, che segue quello G dedicato alle 'Turbe psichiche' - denominato Malattie neurologiche.

Nello specifico, si legge nel decreto, "la patente di guida non deve essere né rilasciata né rinnovata a candidati o conducenti colpiti da gravi affezioni neurologiche di grado tale da risultare incompatibili con la sicurezza della guida". In ogni caso, si legge ancora nel provvedimento, la commissione medica locale, anche avvalendosi di visite specialistiche presso strutture pubbliche, "può autorizzare la guida in relazione allo stato evolutivo e alle capacità funzionali possedute, previa valutazione della compatibilità della sintomatologia sensitiva sensoriale, motoria e del trofismo muscolare".

In questi casi gli interessati dovranno dimostrare "di essere in grado di azionare, in condizioni di sicurezza, i comandi del veicolo della categoria per la quale si richiede il rilascio o il rinnovo di validità della patente". Tuttavia, viene poi ulteriormente precisato, "in questi casi la validità della patente di guida non può essere superiore a due anni".
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Venerdì 15 Gennaio 2016, 16:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Un’azienda che dà la scossa. Enel scende in pista, dal prossimo fine settimana a Berlino, dove è in programma l’ottava e terzultima prova del Campionato Mondiale Fia,...
Sembra una piccola automobile, ma aspettate di guardare al suo interno;
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
IL SALUTO
Andrea Fiaschetti, ad di Mazda Italia
ROMA - Sono passate 72 ore da quando lunedi mattina all’aeroporto di Barcellona mi ha...
EVOLUZIONE TECNOLOGICA
La foto è scattata sull’autostrada A9 in Germania con il prototipo dell' Audi A7 “Jack” che in guida autonoma ha una totale interazione con gli altri utenti della strada.
INGOLSTADT - Dopo aver già stupito con dimostrazioni di guida autonoma assolutamente...
DOMINIO DOUBLE CHEVRON
Chris Meekela su Citroën DS3 si è affermato in 8 cronometrate su 19
PORTO – La Volkswagen non vince più il rally. Dopo Paddon, che in Argentina aveva...
I NUMERI DEL MITO
La Ferrari 458 Italia numero 51  di Gianmaria Bruni/Toni Vilander/Giancarlo Fisichella a Le Mans 2015
LE MANS - Sessanta vetture e 180 piloti: l'Automobile Club de l’Ouest ha ufficializzato...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2016 CORRIERE ADRIATICO - C.F. e P.I. 00246630420